Cosa è il broker MQTT, si può fare senza?? 
Si può fare automazione senza avere un PC sempre acceso con broker MQTT installato e senza ricorrere a broker online gratis o meno, magari ottimi ma di dubbia sicurezza...
 
Nella pagina che spiega cos'è e come funziona MQTT, abbiamo detto che in un sistema di domotica o automazione basato su MQTT ci deve essere un BROKER che è un programma "server" (un po' come i server Web) che deve essere sempre attivo su un dispositivo sempre acceso per aspettare le chiamate dei dispositivi che deve "servire", nel nostro caso le varie periferiche (sensori di temperatura, display, orologi, interruttori/switch, ecc. 
Il broker MQTT è solitamente "unico" in un'automazione MQTT
 
Tuttavia è un po' scomodo lasciare il PC sempre acceso, magari dopo aver installato il programma Mosquito (anche se è una possibilità). 
Si può allora ricorrere a un broker esterno su Internet: ci sono siti internet che offrono persino gratis il servizio Broker MQTT. 
Forse dovremmo elencarne qualcuno qui. 
Il punto debole di questi Broker è che fate passare i vostri dati personali su server Internet che appartengono a chissàchi e che sia che vi forniscano il servizio gratis o a pagamento possono vedere i vostri dati... 
 
Si può fare a meno di questo maledetto Broker MQTT in un'automazione o nella domotica personale? 
Almeno con un sistema piccolo, non si vede perché per fare due cavolate bisogna avere già questo server MQTT... 
 
Be' la prima risposta è sì: se utilizzate l'insieme di prodotti VisualVision (TXdata, TXtemp, TXsoil, DoorOpen, 8888-Display, Orologio/SuperClock/MegaClock, NumeroInCoda, ecc) essi sono pensati per funzionare con un... più "normale" HTTP, e per l'uso nella vostra rete locale non serve alcuna configurazione. Anzi non serve nemmeno abbiate una rete locale, visto che DisplayRX o ControlHUB possono creare la propria. 
E per accesso remoto o mooolto remoto (anche GSM) anche se non avete un vostro server Web, puntare un Dyndns qualunque sul nostro ControlHUB (che allo stesso modo funziona anche in HTTP) vi risolve ogni problema. 
 
Ma se si volessero usare anche componenti MQTT di altre marche? 
La risposta, per automazioni piccole, è ancora ControlHUB. Nelle sue opzioni, spuntando una crocetta, si può attivare il suo Broker Interno e voilà: purché non si debbano collegare troppi componenti "sempre accesi" (ha un limite su di questo!) ControlHUB da solo, oltre a tutte le altre cose che fa, può fare anche da Broker MQTT e gestire i messaggi di una piccola automazione. 
 
Quindi possiamo immaginare un'automazione con: 
- uno o più componenti/dispositivi MQTT 
- uno o più componenti/dispositivi HTTP o ModBus 
- uno o più HUB personali 
- un broker MQTT che può essere lo stesso ControlHUB; se poi il sistema fosse molto grande, be' occorrerà usare un altro dispositivo come broker o un broker online... ControlHUB è fichissimo ma non può fare tutto! 
 
E' proprio vero che non c'è nessuna configurazione?? 
Be' c'è solo una cosa noiosa da fare se si vuole usare il broker di ControlHUB (o un qualsiasi broker installato su un PC o altro dispositivo - serve sempre), che è fissare il suo Indirizzo di rete
 
Come sapete tutti i computer collegati in una rete possiedono un indirizzo IP che serve per distinguerli e per trovarli. 
Se il broker MQTT è installato nella rete locale, è indispensabile che abbia un indirizzo IP statico, ovvero invariabile, all’interno della propria rete. Questo perché TUTTI i client MQTT (di qualunque tipo) saranno “puntati” verso di lui (di solito hanno una casella dove bisogna mettere l'indirizzo IP o il nome del broker) per poterlo contattare. 
 
Se cambiasse l'indirzzo IP del broker, tutte le configurazioni dei vari componenti/dispositivi andrebbero a farsi benedire. 
 
Ma non è difficile fissare l'indirizzo: in ogni Router Wifi, nelle impostazioni (che di solito sono accessibili scrivendo 192.168.1.1 o 192.168.1.0 o cose del genere sulla barra del browser - vedere manuale del vostro Router) c'è solitamente una sezione "impostazioni avanzate", "DHCP", "DHCP utilities" dove si può comandare al Router di assegnare/fissare sempre un dato IP al dispositivo che fa girare il Broker MQTT. Per esempio gli dite di dargli 192.168.1.100 e avrà sempre quello. 
Solitamente il Router per fare questo vuole il MAC (dei numerini): il MAC di ControlHUB si legge nel menù Wifi / MQTT / ModBus. 
 
Se usate MQTT per la vostra automazione, quale che sia il Broker MQTT che usate, questo fissaggio è senz'altro da fare. 
 
L’IP dei vari aggeggi che non siano il Broker può invece tranquillamente variare. 
 
Se si usa ControlHUB, ma in modalità HTTP (lo standard dei prodotti VisualVision), questa configurazione non serve - ma è cmq. utile sapere che se serve, si può fare! 
 
Home page - Soluzioni Semplici - Home - L'hardware di VisualVision 
VV Automazione Domotica MQTT 
(C) 2022 VisualVision 
Hardware e software professionale e facile da usare, dal 1996